Dietro ad ad ogni impresa ci sono persone, in ogni persona c'è una storia e dentro questa, cercando bene, ritrovi le qualità future sue e della sua impresa.

Siamo nel dopoguerra, Sergio Gavazzeni studia alle superiori; suo padre produce bottoni e Sergio decide che può dargli una mano a promuovere il prodotto.

Monta un portapacchi sulla sua bici, ci carica una pesante valigia piena di cartelle di bottoni, parte.

La bicicletta è più lenta di un motorino, ma proprio per questo il mondo che attraversa é più ricco di dettagli. Pedalando, Sergio conosce tante persone e scopre gusti, esigenze e obiettivi diversi; ma soprattutto vede quanto il dettaglio possa esprimerli e fare la differenza.

Un'intuizione che, continuando a “pedalare”, lo porterà molto più avanti.
Behind every company there are people, in every person there is a story and within this, looking good, find the future qualities of his and his business.

We are in the post-war period, Sergio Gavazzeni studied in high school; his father produces buttons and Sergio decides that he can help him promote the product.

He mounts a luggage rack on his bike, loads a heavy suitcase full of folders of buttons, part.

The bicycle is slower than a moped, but that's why the world that goes through is richer in details. Pedaling, Sergio knows many people and discovers different tastes, needs and objectives; but above all see how much detail can express them and make the difference.

An intuition that, continuing to "pedal", will bring it much further.


A Rovato, tra i vitigni della Franciacorta, Sergio Gavazzeni avvia la sua personale avventura e fonda nel 1979 un primo laboratorio di accessori moda. Lo aiuta la moglie Katia Orlandini, cresciuta negli uffici di una grande griffe italiana del prêt-à-porter: Max Mara.

La tenacia, la passione e le esperienze di entrambi si fondono in sinergie vincenti e nasce Dora, azienda che rapidamente emerge e si afferma per il valore artigianale delle sue cinture uomo e donna ed il crescente livello di clienti e griffe con cui collabora.

Squadra e famiglia crescono con i figli Elena e Pietro, nutriti con la passione di famiglia; si moltiplicano così abilità, intuizioni, idee e la consapevolezza di avere creato un'impronta, uno stile proprio che merita un nome.

Gavazzeni diviene marchio di famiglia e affianca le creazioni realizzate per i grandi nomi italiani della moda.
In Rovato, among the vines of Franciacorta, Sergio Gavazzeni started his personal adventure and founded in 1979 a first fashion accessories workshop. His wife Katia Orlandini, who grew up in the offices of a great Italian prêt-à-porter brand, is helping him: Max Mara.

The tenacity, the passion and the experiences of both come together in winning synergies and Dora is born, a company that quickly emerges and affirms itself for the craftsmanship of its belts for men and women and the growing level of customers and brands with which it collaborates.

Team and family grow up with their children Elena and Pietro, fed with the family passion; so they multiply skills, intuitions, ideas and the awareness of having created an imprint, a style that deserves a name.

Gavazzeni becomes a family brand and supports the creations created for the great Italian fashion names.